Archivi del mese: maggio 2009

Il nostro primo pomodoro

Ancora verde, piccolino, tutto solo nell’orto: ma eccolo qui!

P1120499

E le altre piantine crescono:
P1120501

P1120508

P1120512

Annunci

VII GIORNATA BIODIVERSITA’ IN ERBA

Dalla VII giornata della biodiversità sono arrivati un po’ di semi e del sapone fatto in casa.
Dal Coltivo del Barbagianni ci sono state regalate alcune piante di zucchine e di lamponi.

Orti per tutti

Ieri la prof. Braga è stata ad Orticola, il più importante appuntamento primaverile lombardo per chi ama il giardinaggio e l’orto.
Come sempre c’erano cose bellissime. Notevole la presenza di stand dedicati all’orto domestico da realizzare quando non si ha terreno coltivabile.

Si possono usare vecchi cestini riempiti di terra, oppure seminare direttamente nei sacchi di terriccio tagliando qui e là l’involucro, o nelle cassette della frutta, o in vecchi barattoli appesi ad aste verticali.

La cooperativa Cascina Bollate, nella quale lavorano i detenuti del carcere di Milano-Bollate, ha presentato l’ortoinpiedi, un esempio di orto verticale da coltivare sul balcone. L’idea riprende su scala domestica i giardini verticali di Patrick Blanc.

l'orto trasportabile

l'orto trasportabile

l'orto nei sacchi

l'orto nei sacchi

l'orto verticale

l'orto verticale

l'orto nelle cassette

l'orto nelle cassette

l'orto nei barattoli

l'orto nei barattoli

GLI ORTI DEGLI ALTRI 2

Anche alla Casa Bianca fervono i lavori: la First Lady si fa aiutare dai ragazzi di una scuola.

michelle obama starts white house vegetable garden

michelle obama starts white house vegetablegarden


digging

Michelle Obama breaks ground on a new White House vegetable garden.
In the Capital Region USA Michelle Obama, America’s First Lady, has joined forces with 26 schoolchildren to create a new vegetable and herb garden within the White House grounds. The fruits of their labour will be cooked in the White House kitchen and also given to a local soup kitchen.

GLI ORTI DEGLI ALTRI 1

Sarebbe bello avere una collezione di foto di orti. Vedere come gli altri organizzano e coltivano il loro spazio verde.

Ecco allora alcuni esempi:

Un gatto di legno allontana gli uccelli dal coltivo del Barbagianni

Un gatto di legno allontana gli uccelli dal coltivo del Barbagianni

Il coltivo del Barbagianni sotto la neve

Il coltivo del Barbagianni sotto la neve

Il coltivo del Barbagianni pronto per la semina

Il coltivo del Barbagianni pronto per la semina

L'orto di Gabriella Buccioli il 2 maggio

L'orto di Gabriella Buccioli il 2 maggio

La recinzione dell'orto di Gabriella (progettata da un suo amico giapponese)

La recinzione dell'orto di Gabriella (progettata da un suo amico giapponese)

Insieme

Oggi c’era un sacco di gente a lavorare nell’orto: prof e ragazzi, quest’ultimi entusiasti. Tutti vogliono fare qualcosa.

Così oggi, tutti insieme (guardate le foto!),  abbiamo:

– quasi finito la prima mano di impregnante al recinto

– seminato a spaglio la cipolla di Tropea e la cicoria

– sistemato qualche tutore per i pomodori

– annaffiato

– seminato il tagete per le bordure

p1110852
p1110855
p1110857
p1110859
Poi la 2A è andata in aula di Informatica per visionare il blog dell’orto e lasciare qualche commento. Tutti tranne Mario che è stato spedito, con invidia dei compagni, ad aiutare il prof. Genny.p1110861
p1110864
p1110878

A zappare si suda

E’ quello che ha detto oggi Luca, dopo aver lavorato sodo per zappare l’ultima zona dell’orto da preparare alla semina.

Intanto  i suoi compagni hanno disegnato una mappa dell’orto e scartavetrato il recinto. Altri con il prof. Alessandro hanno messo a dimora “i fiori del partigiano” donati dal Comune per il 25 aprile e il basilico. Altri ancora toglievano i sassi e li mettevano nella carriola.

Domani si continua!